Anna dai capelli rossi

Ciao Coccoamici!
Sapete cosa sono i classici della letteratura? Sono libri talmente belli che, nonostante siano stati scritti tanto tempo fa, vengono letti ancora oggi.
Uno dei classici della letteratura per bambini che preferisco è Anna dai capelli rossi, della scrittrice Lucy Maud Montgomery.


Anna è un’orfana chiacchierona, fantasiosa e pasticciona. Viene adottata da Marilla e Matthew, due fratelli che vivono soli in una grande casa dal tetto verde. Tra un guaio e l’altro ha così inizio per Anna il cammino più bello: quello per diventare grandi.

In Italia questo racconto è stato reso celebre anche da una vecchia serie di cartoni animati, con una sigla molto famosa, che i vostri genitori sicuramente ricordano.

Potete conoscere Anna e leggere le sue avventure in biblioteca o in libreria.
Buona cocco lettura!

Ci sono storie che non smettono mai d’incantare, e quella della piccola Anna dei verdi abbaini è una di queste. Scritte dalla canadese Lucy Maud Montgomery agli inizi del Novecento e in parte autobiografiche, le avventure della piccola orfana di Avonlea si compongono di un totale di otto volumi. Forse nei successivi libri il lato sentimentale prende il sopravvento, e potrebbero risultare stucchevoli al pubblico odierno. Il primo romanzo della serie rimane tuttavia assolutamente godibile, contraddistinto da una scrittura piacevole e una vena ironica che strappa più volte il sorriso anche agli adulti.

Anna dai capelli rossi, Lucy Maud Montgomery
Traduzione: Rita Guarnieri
BUR Biblioteca Universale Rizzoli
Pagine 257
Prezzo 9,90 € edizione e-book 3,99 €
Dai 10 anni d’età.

Elenco dei rimanenti volumi della serie:
L’età meravigliosa
Il baule dei sogni
La casa dei salici al vento
La baia della felicità
La grande casa

Volumi non tradotti:
Rainbow valley
Rilla of Ingleside

Annunci

3 thoughts on “Anna dai capelli rossi

    • Ciao Anna, benvenuta su Progetto Wonderland!
      Sono dei libri adorabili, vero? E poi, se nei libri per ragazzi c’è sempre più spazio per la violenza e la volgarità, è anche bello avere ancora storie come queste.
      Un po’ sentimentali, ma che scaldano il cuore.
      Grazie per la visita.

  1. Santo cielo, scusami Nadia, non avevo letto il nome e credevo ti chiamassi davvero Anna.
    Grazie, è un onore averti qui.
    Andrea mi parla sempre con entusiasmo dei tuoi libri.
    Grazie ancora per la visita e scusa l’errore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...